Motivi per non nutrire agli animali selvatici

Il lago Alimini grande è collocato in un ‘area con un’elevata biodiversità. Durante un’escursione non è raro imbattersi in animali selvatici.

Il lago Alimini grande è collocato in un sito di importanza comunitaria, un’area SIC, dove la natura regna sovrana. È il regno della flora e della fauna. La biodiversità di questo luogo va tutelata e perciò si devono assumere atteggiamenti di grande rispetto.

La macchia mediterranea dei Laghi Alimini rappresenta un ambiente con un’elevata biodiversità: arbusti, alberi, piante erbacee, rettili, mammiferi, uccelli, anfibi.

È possibile visitare l’area anche a piedi. Numerosi sentieri conducono a diversi punti di affaccio al lago. Anche se non sono segnalati sono facilmente riconoscibili e percorribili. Durante un’escursione non è raro imbattersi in animali selvatici come volpi o ricci. Cercare di avvicinare questi animali, magari allentandoli con qualche “gustoso” bocconcino può essere un’esperienza unica. Ma per chi?

Sapevate che mentre voi raccogliete i benefici di questa esperienza, l’animale a cui date da mangiare potrebbe essere ferito? Sapevate che alimentarli gli può causare gravi problemi di salute?

La tentazione di nutrire gli animali selvatici può essere molto forte. Enrica Calò di “guida animalespiega tre buoni motivi per non dare da mangiare agli animali selvatici.

  1. Abituazione e confidenza. Gli animali selvatici si abituano a considerare gli esseri umani una facile fonte di cibo. Tuttavia, quel cibo può procurare loro gravi problemi di salute e compromettere il loro ruolo ecosistemico. Inoltre, quando gli animali selvatici vengono nutriti frequentemente, le loro abilità di caccia e di foraggiamento si indeboliscono perché perdono la pratica. Se si trovano in una situazione in cui queste abilità sono necessarie, le loro possibilità di sopravvivenza diminuirebbero.
  2. Trasmissione di patogeni. Gli animali selvatici sono portatori di patogeni pericolosi non solo per gli animali domestici ma anche per la nostra salute i cosiddetti patogeni zoonosici cioè che passano dagli animali all’uomo. Pertanto, chi dà da mangiare agli animali mette a rischio anche sé stesso e gli altri. Nutrire gli animali in un luogo frequentemente li fa radunare in quello spazio, aumentando la probabilità di trasmissione delle malattie.
  3. Una questione di dieta. Gli alimenti umani e gli alimenti formulati per gli animali domestici non contengono quantità adeguate di vitamine e sali minerali adatti alla fauna selvatica con conseguenze gravi per la loro salute. Quindi, il cibo inadeguato minaccia la salute degli animali selvatici. Alcuni alimenti sono semplicemente malsani e mettono a in pericolo la salute degli animali. Non conoscere la loro dieta specifica potrebbe farli ammalare gravemente. In alcuni casi, se ne causa la morte.

Resistete dunque alla tentazione di nutrire gli animali selvatici perché è dannoso per la loro salute. Inoltre, spesso gli animali attratti dal cibo imparano a dirigersi verso di esso e, specialmente su strade trafficate, il rischio di ferirsi e causare incidenti è elevato.